"Teodoro Russo Ab Temporum Iniura Restauravit"

Lunedì, 03 Novembre - 2014

L’iscrizione commemorativa dell’unico vero restauro della facciata in maioliche policrome del Grande Albergo AUSONIA & HUNGARIA, eseguito in occasione del suo centenario dall’imprenditore Teodoro Russo con la sua impresa Dogale Costruzioni, è stata ripresa da Gianni Simionato ed inserita nel suo volume “LAPIDI e ISCRIZIONI nel Comune di Venezia” (edizioni Supernova) dove nel lungo lavoro durato ben 28 anni ha raccolto oltre mille tra iscrizioni e lapidi pazientemente rinvenibili in tutto il Comune di Venezia, al fine di strapparle al tempo e alle minacce dell’incuria e dell’abbandono che purtroppo riguardano molte di esse.

Il restauro del Grande Albergo AUSONIA & HUNGARIA, dai giorni della Belle Epoque ad oggi una delle immagini-simbolo più forti della promozione turistica del Lido, e l’opera “LAPIDI e ISCRIZIONI nel Comune di Venezia” presentano molti tratti in comune in particolare riguardo ai motivi che hanno spinto al lavoro i due autori, Teodoro Russo nel primo caso e Gianni Simionato nel secondo, tra i quali il più significativo è forse l’amore per la propria città e per l’immenso patrimonio culturale e artistico che la caratterizza.